11 lug 2013 0 commenti

Giorno 498! Auguri Mamma!

Cos'è una mamma? 
Chi è una mamma? 
Per me la mia mamma è colei che quando prendevo un brutto voto si arrabbiava, a volte strilla, ha un carattere forte, cucina, pulisce, lavora. Ma è anche colei che mi ha donato questa fantastica vita, è colei che ogni giorno si svegliava al mattino e mi augurava la buona fortuna, che mi preparava tante cose cose buone da mangiare, che mi abbracciava e mi ricordava sempre che mi vuole bene. Ora purtroppo queste cose non avvengono più a causa di 20000km di distanza, ma sono cose che mi rimangono nel cuore sempre. Tu cara mamma, sei una delle persone più importanti della mia vita assieme al papà, tu sei la mia vita, e ti ringrazio per tutto quello che fai perché non ti arrendi mai, sei una persona fantastica. A volte magari non ti senti apprezzata ma capita a tutti, ma io ti apprezzo tantissimo e non so come farei senza il tuo dolce sorriso, mamma. Sto crescendo ma sai benissimo che io rimarrò sempre il tuo piccolo bambino, quello un po’ maldestro e con la testa fra le nuvole e sai benissimo che nessuno mai potrà sostituirti, perché tu sei unica, sei la mia mamma e ringrazio Dio di averti con me. Sappi che mi hai donato una vita bellissima e ti ringrazio di avermi fatto nascere. Tu e papà non me ne avete fatto mai pentire. Non potrei desiderare nulla di più e sono felice quando sto con te, mamma. A volte ti arrabbi, ma lo fai per me, lo so. Vorrei tanto essere perfetto e non poterti mai deludere, ma non sono cosi, perciò ti prego, se mai ti deluderò ricordati di me come sono adesso e perdonami. Ti auguro davvero tanta felicità, te la meriti.
Un giorno tu e papà non dovrete più preoccuparvi di niente, perché io mi impegnerò a fondo per diventare qualcuno, per cambiare il mondo. Per adesso non posso offrirti nulla di più, solo il mio amore.
Mi viene in mente una citazione famosa... “Carpe diem” significa “cogli l’attimo”. Perché penso che la vita sia una sola e che bisogna viverla senza rimpianti.
Tu sei tutto per me mamma, come papà. Restatemi sempre vicino. Farò il possibile per renderti felice. Oggi compi 47 anni, e tra dieci anni ne compirai 57, ma per me tu sarai sempre giovane, e alla fine non contano gli anni, l’aspetto o l’altezza, conta quello che si ha dentro e tu sei speciale. Ti auguro di essere sempre felice e sai che se ne avrai bisogno io ci sarò sempre. Resterò accanto a te, per sempre.
Grazie d’esistere.
Ti voglio bene MAMMA. Tanti auguri di buon compleanno!




07 lug 2013 0 commenti

Giorno 494! Il mio compleanno!

Un anno in più che mi arriva addosso così, quasi di sorpresa. Eh sì, perché non ti aspetti mai di invecchiare veramente e per quanto cerchi di prepararti al fatto che i mesi passano e con loro gli anni, non ti abitui e non vai a pensare che un'altra dozzina di mesi se ne è scappate via, a rifugiarsi in un luogo per arrivare al quale non troveremo mai più la via.
E' stato un anno di litigi, di emozioni, di ansie, di stress, ma di grandi soddisfazioni; di risate, di amicizie nuove, di amori e di rancori da dimenticare. Come scordare le mille parole, scritte o soltanto pronunciate, gli sguardi, le promesse...
E poi le foto, le sere con il naso in sù a guardare il cielo stellato australiano che disegnavano carri magici nel cielo... ed i giorni pieni di sole, con nuvole rosa ed azzurre che si rincorrevano e gabbiani che non se ne sono mai andati via e sinonimo che il vero freddo non arriverà mai e che non erano più soltanto dei disegni ingialliti dal tempo sui miei vecchi quaderni delle elementari.
E quell'albero che vedo dalle mie finestre, carico d'età e piegato in avanti come un vecchio nonno canuto e stanco.
Ed il gabbiano che ormai si è appropriato del tetto di fronte a casa mia e che svolazza con assoluta naturalezza intorno alle persone, andando a posarsi, non senza incutere un certo timore reverenziale, sui tetti delle macchine.
Ed i libri che, a turno, ho tenuto sul comodino, leggendoli a poco a poco, a seconda del tempo a disposizione...
Il tempo, questo strano personaggio, a volte amico, a volte nemico: mi porta in regalo ogni anno un po' di sé e mi dice che mi ha dato ciò che aveva a disposizione, ma che tornerà puntuale a riprenderselo!
Ed allora io cerco di usarlo al meglio, chiamando gli amici, circondandomi delle persone che mi sono più care, donando sorrisi, parlando con tanta gente... so che lui fuggirà comunque come sabbia dalle mie mani, ma non lo biasimo per questo, perché è ciò che lo rende più prezioso ai nostri occhi.
Ho un altro anno a disposizione. Ho una tavolozza bianca, con solamente pochi cenni tracciati a matita qua e là... vado a preparare la tavolozza, così da poter iniziare il dipinto già da domani, con la speranza di saper scegliere i colori migliori, un po' vivaci e sgargianti, un po' pastello, dall'animo delicato.
E se anche non ne uscirà fuori un capolavoro assoluto, vorrei almeno la certezza di averlo disegnato io...
Tanti Auguri a me e per l'ennesimo mio compleanno lontano dall'Italia, da casa e da tutti i miei cari... Per l'esattezza il quarto, ma dentro me stesso ho la voglia di tornare a casa almeno in questa giornata non per passarlo con gli amici, ma con la mia famiglia... 
29 apr 2013 1 commenti

Giorno 425! La mia intervista!

Qualche giorno fa mi contattò Francesca, una ragazza che cura un pagina facebook ed anche un blog su internet (http://www.viaggiaredasoli.net). E' una pagina bellissima ed un giorno le avevo scritto in bacheca. 
Lei incuriosità dalla mia avventura mi contattò chiedendomi se avevo voglia di una intervista. E certo che si!
Ecco a voi la sua intervista che mi ha fatto e cosa io le ho risposto... Vi mando direttamente al suo sito perchè sfortunatamente non riesco a copiare il tutto.


Grazie Francesca per la bella intervista e le emozioni che mi hai fatto rivivere in poco tempo, giusto i pochi minuti che sono passati a leggere e volare indietro col tempo ripercorrendo tutto il mio cammino fino ad ora!


12 apr 2013 0 commenti

Giorno 408! Obama diceva "YES WE CAN!"... Invece L'Australia dice solo YES!

 

In questo articolo troverete una serie di domande che vengono frequentemente chieste da chiunque arrivi in Australia per la prima volta. Per ognuna di queste domande la risposta è:


1.      E’ vero che è facile trovare lavoro in Australia?

Sì. L’Australia offre molte opportunità lavorative e molti ragazzi trovano lavoro in fretta.

2.      Per lavorare in Australia devo fare qualche documento particolare?

Sì. Oltre alla preparazione del CV in inglese, si deve passare alla richiesta del Tax File Number per poter lavorare in regola.

3.      E’ vero che il salario minimo in Australia è di 2,227$ al mese?

Sì. Questo è il salario minimo per un impiegato full-time. E’ il salario minimo più alto del mondo.  

4.      E’ vero che la vita di ogni giorno in Australia è generalmente più semplice che in Europa?

Sì. Certo non avrete nostalgia della burocrazia, delle code e dello stress europeo.

5.      Il sole è davvero molto diverso in Australia?

Sì. Se siete fotografi amerete i colori e la luce del sole. Vi aiuteranno a fare foto magnifiche. Se volete fare surf, il clima sarà dalla vostra parte. Il sole tuttavia è anche più pericoloso rispetto a quello italiano: ricordarsi la crema solare è estremamente importante. Anche se si è abbronzati? Si.

6.      Ho sentito che in Australia c’è carenza di lavoratori specializzati. E’ vero che l’economia è forte e c’è un forte bisogno di specialisti?

Sì. In Australia mancano talenti in moltissimi campi. Ingegneri, dottori, infermieri, dentisti sono molto ricercati, ma c’è domanda anche per tanti altri.

7.      E’ vero che Melbourne è la più "europea" delle città down under?

Sì.  Molti lo affermano. Sicuramente è la città più "culturale".

8.      E’ vero che se studio all'università in Australia posso avere un visto lavorativo di 2 o 3 anni?

Sì. Visti "post-study work" sono concessi agli studenti internazionali che portano a termine il loro corso di studi in una università australiana.

9.      E’ vero che più di 1 australiano su 4 è nato in un’altra nazione?

Sì. E’ un paese estremamente multiculturale.

10.    Posso lavorare 40 ore ogni due settimane con un Visto Studente?

Sì. E si può lavorare anche full time (senza limiti) nei periodi di pausa del corso di studi.

11.    Lo sport è l’ossessione degli australiani?

Sì. La vita outdoor è così piacevole che gli australiani amano ogni tipo di sport. Anche le strutture sportive non-professionistiche sono di prima qualità.

12.    E’ vero che la natura e gli spazi aperti australiani sono tra i più affascinanti del mondo?

Sì. Senza dubbio! Dove altro si può trovare così tanto spazio libero e varietà della natura selvaggia?

13.    Molti europei vogliono rimanere in Australia una volta arrivati lì?

Sì, è vero. Il clima, le opportunità lavorative e l’ambiente multiculturale esercitano una grande attrazione.
30 mar 2013 0 commenti

Giorno 395! Io, l'Australia e Alessandro Del Piero!

Era il 16 settembre del 2012 quando Del Piero sbarcò a Sydney per cominciare la sua nuova avventura al Sydney FC... Da quel giorno, anche se sono interista, ho sempre sognato di vederlo e avvicinarmi a una delle bandiere più famose della storia del calcio.

26 Marzo 2013... Ecco che dopo 6 mesi e 10 giorni esatti sono riuscito a coronare il mio ennesimo sogno!

La mattina ho deciso di avventurarmi nelle zone dove vivevo io in precedenza per andare a vedere il suo allenamento! Il treno la mattina parte presto e giustamente dovrei arrivare come tale in anticipo per vedere tutto... Sbagliato! Mi sono perso dentro al campus delle università alla Macquarie University (una delle più famose di Australia e costantemente nelle prime 200 del ranking mondiale). Questo vi fa capire quanto è grossa.
Dopo aver camminato per circa 1 ora dentro al campus, arrivo finalmente al campo di allenamento del Sydney FC e di Del Piero. Sfortunatamente l'allenamento, come supponevo, era già finito ma... Alex era ancora nel piazzale. E girava da solo come se niente fosse con nemmeno un fan affianco... C'ero solo io!
Lo ho chiamato e in italiano mi ha detto di aspettare. Beh cosa fare? Ovvio che ho aspettato. Dopo circa 10 minuti torna fuori e ci scambiamo due chiacchiere come se fossimo vecchi amici. Facciamo un foto assieme e dopo averlo salutato mi fa l'imbocca al lupo per tutto quello che sto facendo... Ma non è finita qua. Mi ha pure suonato il clacson in macchina per salutarmi! Che persona formidabile!

Ma sarà anche lui qua con un Working Holiday VISA? Non  per l'altro in questi giorni a prolungato il contratto con il Sydney da 1 anno a 2... Chissà staremo a vedere!



19 mar 2013 0 commenti

Giorno 384! 1 solo giorno al mio ritorno alle corsie!

Ci siamo, siamo a -1 giorno dal mio rientro in vasca sia come istruttore che soprattutto come atleta... Domani torno a nuotare in corsia! Ma non solo. Domani torno anche ad insegnare nuoto dopo il mio piccolo infortunio dovuto allo skateboard! Domani rinizia tutto. Il motivo per cui sono venuto in Australia!
Voglio dirvi due parole intanto tornando al passato per quanto riguarda il mio sport, lo sport che in tanti non capiscono e tanti lo criticano perchè non sanno cosa fare.

Io nuotavo 6 volte a settimana, 2 ore al giorno. Non preoccupatevi, non starò qui a dirvi che il nuoto è lo sport più bello del mondo, in realtà è tutto il contrario: è ripetitivo, a volte noioso e soprattutto sei da solo. Sì, il nuoto è individuale, non hai sostituti, non puoi dire “non ce la faccio, fallo tu al posto mio”, non hai scuse per niente: se succede qualcosa di spiacevole la responsabilità è solo tua. Mentre stai nuotando non puoi sentire nient’altro che il tuo respiro. Nessuno può incitarti, nessuno può dire se stai andando bene o no, devi saperlo da solo: si suppone che tu sappia, ogni minuto, ogni secondo, cosa stai facendo e se lo stai facendo nel modo giusto. Appena metti piede in una piscina, devi fidarti del tuo allenatore come ti fidi di te stesso. Lì il tuo allenatore è il tuo mentore, la tua squadra è la tua famiglia e l’acqua è la tua migliore amica. Nel momento stesso che metti piede in una piscina, i brutti voti a scuola, le discussioni con i tuoi amici o genitori, problemi al lavoro o quant'altro non esistono. Lo stress, la paura e la debolezza non possono entrare in acqua con te, devi essere più leggero che puoi, più veloce che puoi, più perfetto che puoi. Durante una gara, se fai qualcosa di sbagliato: un piccolo movimento, una virata sbagliata, una bracciata sbagliata, tutti i tuoi sforzi andranno in fumo, tutti i tuoi sogni, le tue aspettative, tutto ciò per cui hai lottato non saranno altro che vecchi ricordi. Ci alleniamo più di 365 volte all'anno perchè durante le vacanze, quando la maggior parte di voi va al mare o dorme fino all'ora di pranzo, noi ci alleniamo due volte al giorno e stiamo in acqua più di 4 ore. Non sto dicendo che non sono contenta della scelta che ho fatto 18 anni fa (diciamo che la scelta non è mia perchè mia mamma mi ha messo in acqua a 3 anni e ne vado fiero di questo, ma io ho continuato), solo che è dura, ma lo faccio nonostante tutto. Lo sport in generale ti insegna tante lezioni che nè la scuola, nè la tua famiglia può. Ti mostra come superare i problemi fisici e mentali, ti rende capace di conoscere te stesso da tutti i punti di vista e di capire la differenza tra il tuo compagno di allenamento e il tuo avversario in gara. E’ vero, come ho già detto, sei da solo, ma la tua squadra ti sosterrà sia che tu vinca o che tu perda. Ho scelto il nuoto 18 anni fa perchè è semplice, non ha troppe regole e ci sono 3 cose davvero importanti: tu, il tempo e l’acqua, nient’altro. Non c’è giudizio, non ci sono punti, non c’è gioco di squadra; è tutto basato sulla tua forza.
Nuotiamo più di 4000 chilometri all'anno, andiamo avanti e indietro in una piscina e tutti i nostri sforzi sono indirizzati al raggiungimento di un obbiettivo, che è una performance che sarà finita in meno di 3 minuti nella maggior parte dei casi. A questo punto la domanda si pone spontanea: perchè lo facciamo? Onestamente, non lo so, ma se c’è una cosa che mi fa sentire meglio quando sono triste, arrabbiato o frustrato, quello è il nuoto. Com’è possibile che ad una persona sana di mente piaccia tornare a casa fisicamente distrutta e mentalmente stanca? Beh, credo dipenda da te. Se hai la forza di affrontare le tue paure, le tue debolezze e sopportare le delusioni, sconfitte e rimproveri, allora non sarai solo un grande atleta, ma anche una gran persona!

Queste sono cose vere e che nessuno può capire. Solo un vero atleta può immedesimarsi in questo, ma farebbe comunque fatica. Solo un nuotatore capisce il vero significato!
Il nuoto è uno sport a se. Uno sport strano ma bellissimo... Amo il mio sport e domani tornerò in acqua con una carica superiore a mille. Manca poco e potrò ancora mettere un piede dentro al cloro. Ormai nel corpo ho più cloro che sangue!
12 mar 2013 1 commenti

Giorno 377! Residenza Australiana a tutti gli effetti!

E' passato un anno ormai, anche più! Un anno che sono in Australia! 
E' stato un anno un pò altanelamente. Ne ho passate di tutti i colori, da cose belle a cose brutte! Lavori brutti e lavori bellissimi. Tanti sogni avverati e altri ancora in corso. 
Soprattutto questo. Volevo già essere a buon punto con il mio lavoro ed invece no. Non è stato un periodo facilissimo. Dopo un anno ti aspetti molte cose che faticano ad arrivare ma lottando ce la fai sempre. Poi ci si è messo anche qualche dolore in corpo per una caduta con lo skateboard ad alta velocità che ha portato qualche dolore alle ossa e un pò di sangue qua e la. Ma anyway. I giorni passano e le difficoltà si affrontano e soprattutto si superano. 
Mi viene in mente una frase molto famosa di un film che tutti sicuramente conosceranno: "Nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò, andando avanti, non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!!! 
E se credi di essere forte lo devi dimostrare di essere forte!!!". Avete capito di chi parlo vero? Beh della celebre frase di Rocky Balboa nel suo ultimo film della saga. Credo che non ci sia frase migliore di questa. Una frase importante che in poche parole può darti la forza giusta!
Vi ho allegato anche un parte del film!


Dopo questo piccolo siparietto dedicato ad una delle saghe più bella della storia ed anche la mia preferita, posso arrivare alla parte bella di quest'oggi. Un notizia importante! Sei seduto? Da oggi sono residente australiano a tutti gli effetti.
Ebbene si hai capito bene. Oggi sono riuscito ad ottenere la residenza. Cioè ho firmato un pò di carte che devo portare ancora domani in consolato, però ormai ci sono e il passaggio di residenza dall'Italia all'Australia è solo questione di poche ore! E' fatta. Il primo step è stato eseguito e passato con successo!
Ora si prosegue con l'avventura!
08 mar 2013 0 commenti

Giorno 373! Scrivendo quel libro chiamato "vita"!

Adoro scrivere. Adoro sentire i tasti della mia tastiera fare quel ticchettio. Magari nel silenzio della mia stanza, non nel silenzio della mia mente. Perchè da quando sono qui la mia testa non si è mai fermata, nemmeno un istante. Sicuramente dai miei status ironici, dalle foto al mare e dai mille sorrisi non traspare, ma stare qui a livello mentale è da pazzi. Tutti mi dicono “ma sì è un’esperienza, vivila in serenità, fregatene di tutto”. Come fai? Certo, provo a viverla alla giornata, di paranoie non ne voglio, ma un minimo di organizzazione mentale nella mia testa la voglio. Serve. Serve ad avere sicurezza in me stesso, a sapere quello che sto facendo, a cosa sto andando incontro, a come reagire nel caso in cui ci fosse un esito negativo, come comportarmi di conseguenza. Qui ogni giorno è una battaglia e sei solo contro tutti. Ogni giorno vedi cambiare le carte in tavola e devi modellare le tue giornate cercando di trovare la via più giusta. Ogni giorno fai 30 e non riesci mai ad arrivare al 31. Ma non per questo si molla, anzi, fermandomi un attimo mi ritengo fortunato per quello che sto vivendo. Voglio solo pensare ogni tanto a quello che sto facendo e acquisire sempre più sicurezza. Nella mia testa i pensieri volano da qui al 2014. Ho già in testa cosa voglio fare da qui al prossimo anno. Ecco, questo è da pazzi. Questo lo è. Ogni giorno è una pagina nuova del nostro libro chiamato “Vita”. Ogni giorno ho in mano la penna del mio destino e la impugno più forte che posso perchè nonostante i mille strattoni e le mille difficoltà voglio che questa penna scriva quello che voglio io. Magari uscirà qualche pagina malconcia, con qualche errore di scrittura, ma su quelle ci puoi passare sopra. Perchè l’importanza di un libro si ha in quello che ti lascia dentro quando lo leggi, quando controlli quanti capitoli ancora mancano perchè non vuoi che finisca. E’ così che voglio vivere. Sapendo già dove volere arrivare ma senza mai pormi una meta.
01 mar 2013 0 commenti

Giorno 365! Un anno! Un anno raccontato in 92 fotografie!

28/02/2013! Oggi è passato un anno. Un anno che sono in Australia.

Non riuscirei a raccontarvelo tutto e allora ve lo faccio godere in fotografia, così potete viaggiare insieme a me anche da lontano!
Un anno in 92 fotografie!
Un anno di gioie, dolori, fatiche e divertimenti! Un anno di me in Australia!
Godetevi pure queste belle fotografie (sperando che via piacciano) e godetevi con me il mio primo anno australiano, con i ringraziamenti a piè di pagina.

Il benvenuto al mio arrivo! Welcome!
Harbour Bridge
Opera House
La mia casa!
Darling Harbour
St. Mary Cathedral

Bondi Beach
Art Gallery
Bondi Iceberg Swimming Pool
Manly Beach
Manly Beach
Vivid Sydney: Opera House
Vivid Sydney: Contemporary Museum
Watson Bay
Finale Italia - Spagna Europei 2012 al The star Casino
Europei 2012, finale!

Limousine per il mio compleanno!
Io ed i miei amici australiani in limousine
La mia famiglia australiana
Partenza per le farm

I famosi Bin di arance da 500kg
Filare di arance
Attenzione ai canguri
Tramonto in farm
Una borsa da 35kg piena di arance

La notte dell'outback

La mia camera in farm
Bourke street a Melbourne
Melbourne
Parlamento di Melbourne

R.M.I.T. University. La più famosa università australiana e nelle prime dieci migliori al mondo
Flinder Stataion
Federation Square

Aperitivo al rooftop all'8° piano
Melbourne Central
Yarra river
Yarra river
Flinder station
Casino

Philip Island. GO CASEY!
Valentino Rossi
Io al circuito della MotoGP di Philip Island
Tramonto a St.Kilda!
Tramonto a St.Kilda!
Tramonto a St.Kilda!
Io in pista a Philip Island
Sandringham Beach. Viglia di Natale
Sandringham Beach. Viglia di Natale
Sandringham Beach. Viglia di Natale
12 Apostoli. Great Ocean Road
12 Apostoli. Great Ocean Road
12 Apostoli. Great Ocean Road
Tramonto sulla Great Ocean Road
Great Ocean Road
Io e Rodrigo, il mio ex rommate a Sydney!

London Bridge. Great Ocean Road
Dopo il tramonto e cena in Great Ocean Road

Io e le mie girls a natale!
Buon Natale dal M.I.B. di Melbourne
Pranzo di natale tutti assieme in ostello
St. Kilda a natale al tramonto
Buon anno da Sydney
Aspettando mezzanotte. Ore 11am
Sul traghetto per Cremorne Point per vedere i fuochi d'artificio
Auguri da mamma e papà proiettati alle 9pm del 31 dicembre direttamente sul ponte e letti da 13mln di persone. Grazie


Amazing! 
Uno spettacolo indescrivibile!
Verso la fine dei 14 minuti di fuochi!
Ancora Buon anno a tutti!
Bagno in baia al 1° Gennaio (Assolutamente vietato farlo)
Cremorne Point
Manly al 1° Gennaio

Io e Jhon
Town hall

Walk Bondi Beach to Cogee Beach
Walk Bondi Beach to Cogee Beach
Una immensa papera gigante in Darling Harbour
La bellezza dell'Opera House di notte!
Non potevo finire in altro modo. Con la bellezza che tutti al mondo conoscono! L'Opera House. Il simbolo dell'Australia.
Beh cosa posso aggiungere.


Un grazie speciale a chi mi segue sul mio blog, perchè "la felicità è vera solo se condivisa." 
Un grazie a chi mi ha detto "Vai!", un grazie a chi mi dice "Torna che ti aspetto a braccia aperte" e a chi mi dice "Vero che al prossimo ritorno non partirai più?".
Un grazie alla mia mamma e al mio papà, che mi hanno donato "ali per volare" e mi hanno lasciato libero di prendere il volo ed andare ad esplorare il mondo. Un grazie a loro per avermi appoggiato e farlo tutt'ora a distanza.
Un grazie a che mi dice "Se pensi che un giorno avrai il rimpianto e ti pentirai di non averlo fatto, fallo"...
Un grazie a chi è stato con me in questo anno a testa in giù, da vicino-vicino o da lontano-lontano.


 
;