11 lug 2013 0 commenti

Giorno 498! Auguri Mamma!

Cos'è una mamma? 
Chi è una mamma? 
Per me la mia mamma è colei che quando prendevo un brutto voto si arrabbiava, a volte strilla, ha un carattere forte, cucina, pulisce, lavora. Ma è anche colei che mi ha donato questa fantastica vita, è colei che ogni giorno si svegliava al mattino e mi augurava la buona fortuna, che mi preparava tante cose cose buone da mangiare, che mi abbracciava e mi ricordava sempre che mi vuole bene. Ora purtroppo queste cose non avvengono più a causa di 20000km di distanza, ma sono cose che mi rimangono nel cuore sempre. Tu cara mamma, sei una delle persone più importanti della mia vita assieme al papà, tu sei la mia vita, e ti ringrazio per tutto quello che fai perché non ti arrendi mai, sei una persona fantastica. A volte magari non ti senti apprezzata ma capita a tutti, ma io ti apprezzo tantissimo e non so come farei senza il tuo dolce sorriso, mamma. Sto crescendo ma sai benissimo che io rimarrò sempre il tuo piccolo bambino, quello un po’ maldestro e con la testa fra le nuvole e sai benissimo che nessuno mai potrà sostituirti, perché tu sei unica, sei la mia mamma e ringrazio Dio di averti con me. Sappi che mi hai donato una vita bellissima e ti ringrazio di avermi fatto nascere. Tu e papà non me ne avete fatto mai pentire. Non potrei desiderare nulla di più e sono felice quando sto con te, mamma. A volte ti arrabbi, ma lo fai per me, lo so. Vorrei tanto essere perfetto e non poterti mai deludere, ma non sono cosi, perciò ti prego, se mai ti deluderò ricordati di me come sono adesso e perdonami. Ti auguro davvero tanta felicità, te la meriti.
Un giorno tu e papà non dovrete più preoccuparvi di niente, perché io mi impegnerò a fondo per diventare qualcuno, per cambiare il mondo. Per adesso non posso offrirti nulla di più, solo il mio amore.
Mi viene in mente una citazione famosa... “Carpe diem” significa “cogli l’attimo”. Perché penso che la vita sia una sola e che bisogna viverla senza rimpianti.
Tu sei tutto per me mamma, come papà. Restatemi sempre vicino. Farò il possibile per renderti felice. Oggi compi 47 anni, e tra dieci anni ne compirai 57, ma per me tu sarai sempre giovane, e alla fine non contano gli anni, l’aspetto o l’altezza, conta quello che si ha dentro e tu sei speciale. Ti auguro di essere sempre felice e sai che se ne avrai bisogno io ci sarò sempre. Resterò accanto a te, per sempre.
Grazie d’esistere.
Ti voglio bene MAMMA. Tanti auguri di buon compleanno!




07 lug 2013 0 commenti

Giorno 494! Il mio compleanno!

Un anno in più che mi arriva addosso così, quasi di sorpresa. Eh sì, perché non ti aspetti mai di invecchiare veramente e per quanto cerchi di prepararti al fatto che i mesi passano e con loro gli anni, non ti abitui e non vai a pensare che un'altra dozzina di mesi se ne è scappate via, a rifugiarsi in un luogo per arrivare al quale non troveremo mai più la via.
E' stato un anno di litigi, di emozioni, di ansie, di stress, ma di grandi soddisfazioni; di risate, di amicizie nuove, di amori e di rancori da dimenticare. Come scordare le mille parole, scritte o soltanto pronunciate, gli sguardi, le promesse...
E poi le foto, le sere con il naso in sù a guardare il cielo stellato australiano che disegnavano carri magici nel cielo... ed i giorni pieni di sole, con nuvole rosa ed azzurre che si rincorrevano e gabbiani che non se ne sono mai andati via e sinonimo che il vero freddo non arriverà mai e che non erano più soltanto dei disegni ingialliti dal tempo sui miei vecchi quaderni delle elementari.
E quell'albero che vedo dalle mie finestre, carico d'età e piegato in avanti come un vecchio nonno canuto e stanco.
Ed il gabbiano che ormai si è appropriato del tetto di fronte a casa mia e che svolazza con assoluta naturalezza intorno alle persone, andando a posarsi, non senza incutere un certo timore reverenziale, sui tetti delle macchine.
Ed i libri che, a turno, ho tenuto sul comodino, leggendoli a poco a poco, a seconda del tempo a disposizione...
Il tempo, questo strano personaggio, a volte amico, a volte nemico: mi porta in regalo ogni anno un po' di sé e mi dice che mi ha dato ciò che aveva a disposizione, ma che tornerà puntuale a riprenderselo!
Ed allora io cerco di usarlo al meglio, chiamando gli amici, circondandomi delle persone che mi sono più care, donando sorrisi, parlando con tanta gente... so che lui fuggirà comunque come sabbia dalle mie mani, ma non lo biasimo per questo, perché è ciò che lo rende più prezioso ai nostri occhi.
Ho un altro anno a disposizione. Ho una tavolozza bianca, con solamente pochi cenni tracciati a matita qua e là... vado a preparare la tavolozza, così da poter iniziare il dipinto già da domani, con la speranza di saper scegliere i colori migliori, un po' vivaci e sgargianti, un po' pastello, dall'animo delicato.
E se anche non ne uscirà fuori un capolavoro assoluto, vorrei almeno la certezza di averlo disegnato io...
Tanti Auguri a me e per l'ennesimo mio compleanno lontano dall'Italia, da casa e da tutti i miei cari... Per l'esattezza il quarto, ma dentro me stesso ho la voglia di tornare a casa almeno in questa giornata non per passarlo con gli amici, ma con la mia famiglia... 
 
;